Pannello in lacca

Descrizione

Pannello in lacca della prima metà del XVIII secolo raffigurante un corteo di figure orientaleggianti,  misure 82×167 cm, spessore 3.5 cm, buono stato conservativo.

Quando gli oggetti laccati asiatici ed indiani divennero popolari in Inghilterra, Francia, Paesi Bassi e Spagna nel XVII secolo, gli Europei crearono imitazioni che utilizzavano una tecnica di laccatura diversa, inventata tra i primi dai mobilieri veneziani. La tecnica europea (che fu chiamata in Inghilterra japanning e in Italia “lacca contraffatta”), si usa sui mobili e su altri oggetti e si serve di vernici che hanno una base resinosa simile alla gommalacca. Essa comporta l’applicazione di parecchi strati di vernice, ciascuno dei quali viene asciugato con il calore e lucidato. Nel XVIII secolo questo tipo di laccatura acquisì grande popolarità: in Inghilterra, ad esempio, furono famosi i lavori di Mary Delany. Nel XIX e XX secolo questa tecnica evolse poi nella forma artigianale del découpage. La scrittrice inglese George Eliot menziona una “scatola di lacca” nel suo romanzo Silas Marner.